Discriminazione.

Perché lo stato discrimina queste famiglie?
Lo stato conosce queste famiglie?
Si ha paura di quello che non si conosce
.
Il lupo in calzoncini corti” cerca di mostrare la vita di queste famiglie invisibili.
Il documentario sarà diffuso in maniera capillare attraverso un percorso che va dai festival ai canali televisivi, alle sale, all’home video fino alle scuole di tutta Italia.
Ne hanno bisogno gli omosessuali e ne hanno bisogno gli eterosessuali.
Ne ha bisogno lo Stato italiano.

Comunicazione.

I media stanno seguendo questo tema di estrema attualità: le famiglie omogenitoriali.
Ma i passaggi televisivi e gli articoli sintetici sulla stampa non danno merito alla complessità dell’argomento. Accennano e passano ad altro. Il documentario “Il lupo in calzoncini corti” non é un lavoro sociologico e non entra nel merito delle questioni socio-politiche ma é un racconto cinematografico di storie di donne, uomini e bambini: di madripadri e figli.

Emozione.

Nel 2006 il nostro precedente documentario “Le Famiglie Arcobaleno” ha vinto il Festival GayLesbico di Milano.
Da allora quel breve filmato di 20 minuti ha assunto un forte valore didattico e divulgativo, nella sua semplicità e immediatezza dei contenuti, raggiungendo un pubblico inaspettato in diversi luoghi d’Italia e aiutando molto spesso gli educatori a trattare l’argomento davanti ad una platea spesso poco disponibile.
E’ da allora che abbiamo iniziato a lavorare a “Il lupo in calzoncini corti”, da quando ci  siamo rese conto della necessità di un filmato più approfondito e con uno stile più narrativo che sappia coinvolgere ed emozionare lo spettatore, con le caratteristiche necessarie a superare le proiezioni per gli “addetti ai lavori” e ad arrivare nelle case degli italiani.

E tu,
sei d'accordo?

Sottoscrivi il feed rss

iscriviti alla newsletter o condividi su:

  • Facebook
  • TwitThis